venerdì 17 novembre 2017

RECENSIONE FILM "47 RONIN"

Da amante dei film orientali ("La tigre e il dragone" o "La foresta dei pugnali volanti") e dei film cappa e spada come "L'ultimo Samurai" attendevo con trepidazione di vedere il film "47 Ronin" anche se era ambientato in un universo fantasy. E il film mi ha soddisfatto, nonostante molte esagerazioni e un finale super tragico! Kai (Keanu Reeves) è un mezzosangue (dalle origini non chiare, forse allevato dai demoni) indesiderato da tutti ma benvoluto dal signore locale, Asano che lo ha cresciuto come se fosse suo figlio. Quando Asano é accusato di tentato omicidio dello shogun (il comandante del regno) ed è obbligato al suicidio per riparare il proprio onore (in realtà l'uomo era posseduto da una strega), i samurai rimasti orfani del proprio padrone (e quindi "ronin") e Kai (innamorato della figlia di Asano)
decideranno di vendicarsi contro lo shogun e i demoni che girano attorno a lui anche se questo significherà una condanna a morte. Il film è tratto da una storia vera e questo non si discute però la storia dei samurai senza padrone che cercano vendetta con aggiunta di mostri, demoni, streghe, fantasmi è un tantino troppo. In alcune scene ho trovato addirittura dei paragoni con i film Disney 😂 (Kay da bambino viene trovato nei boschi come Mowgli nel Libro della giungla, Kay esiliato su un'isola olandese ed imprigionato sulla nave mi ha ricordato "L'isola che non c'è" con i pirati 😂 e quando Kay afferra la spada mi sembrava una scena tratta da "La spada nella roccia"!). E il finale mi ha scioccato non poco, perché 46 samurai che fanno seppuku é una fine orrenda, perchè i buoni che hanno difeso i valori della lealtà e del coraggio, sconfiggendo i cattivi, devono pagare un prezzo così alto? Ancora oggi questi valorosi samurai vengono ricordati in Giappone ogni 14 dicembre, dove si tiene il Gishi-sai no cha, una cerimonia del tè per onorare la memoria dei 47 Ronin. Io speravo che almeno si salvasse Keanu Reeves, dato che lui non é un vero e proprio Samurai e almeno avrebbe potuto coronare la sua storia d'amore con la principessa. Comunque l'ho trovato bravo anche se la sua recitazione é un po' sottotono (e sottovoce, ho dovuto alzare il volume a manetta per sentire i discorsi del film). Bravissimo Hiroyuki Sanada, interprete del capo samurai Oishi
e molto espressive la principessa Mika (Kou Shibasaki), la figlia del nobile Asano e la strega interpretata da Rinko Kikuchi. Promossi anche i costumi (meravigliosi 😍) e le atmosfere orientali. Se amate le storie di vendetta e di amore impossibile in salsa fantasy e la cultura giapponese non perdete questo film.
P.S Ma perchè il tizio tatuato campeggia sulla locandina del film? È comparso un minuto nel film! VOTO 6,5
AVETE VISTO IL FILM "47 RONIN"?


7 commenti:

  1. Cara vanessa, questi tipi di film mi affascinano sempre, non mi stanco mai di vederli!!!
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io non mi stanco mai di vederli, adoro i film orientali!😘 Ciao e buona domenica con un abbraccio e un sorriso!😁

      Elimina
  2. E' una domanda che mi sono fatto spesso anch'io, ma che c'entra quello! :D
    Comunque come saprai ho visto il film, e in effetti speravo in un finale diverso, ma doveva per forza finire così, altrimenti non avrebbe avuto senso neanche il film stesso ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, il film si basa su una storia vera, non poteva finire in modo diverso. Buona domenica!😊

      Elimina
  3. Anche a me era piaciuto moltissimo, un bel fantasy di quelli che se ne vedono pochi in giro.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con te Lucrezia!😘 Buona domenica!😊

      Elimina
  4. Io lo vidi tempo fa.. non mi dispiacque. Mi piacerebbe rivederlo.

    Il tizio tatuato in quel periodo "andava di moda" ed era in spot e programmi tv quindi lo hanno infilato nel film come mezzo pubblicitario; effettivamente non ha alcuna rilevanza la sua interpretazione di pochi istanti.

    RispondiElimina