lunedì 23 ottobre 2017

RECENSIONE "ONCE UPON A TIME 6"

Come sapete Once Upon A Time è una delle mie serie preferite 😍 (lo sanno anche i muri 😂) e dopo ben sei anni si è conclusa. O meglio la serie tv classica perchè ora è in onda su Netflix la settimana che sarà un Reboot con nuove storie e nuovi personaggi, tranne gli storici villains della serie. Ma concentriamoci sulla sesta stagione di "C'era una volta".
La serie si basa sui personaggi delle fiabe (ma anche della mitologia e delle leggende) traslocati nel mondo reale, un'idea geniale secondo me. Ho amato tutte le stagioni (soprattutto la quarta con Elsa ed Anna di Frozen, mentre della terza non ho amato il personaggio di Peter Pan). La prima parte della sesta, invece, mi ha annoiato un pochino perchè la stagione non è divisa in due nuclei narrativi distinti, ci sono un po' di cattivoni sparsi per la città, su tutti Jekyll e Mr Hyde alle prese con il loro sdoppiamento della personalità, che vogliono vendicarsi di Tremotino e dominare Storybrooke (che novità!). A proposito di sdoppiamento arriva in città anche Regina, ma non quella buona, la sua metà malvagia e inizia a minacciare la popolazione perché vuole il cuore di Biancaneve e cerca di circuire Tremotino senza effetto. Poi sono arrivata alla metà di stagione e ho ritrovato una continuità con le precedenti stagioni: un cattivo da combattere, la fata nera perfida,
che ha lanciato una maledizione sui cittadini separando i protagonisti fra la Foresta Incantata e Storybrooke, con solamente Henry capace di ricordare la verità e Tremotino, un bellissimo episodio musical (che voce meravigliosa ha Rebecca Mader cioè Zelena la strega verde di Oz) che non fa rimpiangere le canzoni dei film Disney con cui siamo cresciuti e un matrimonio molto fiabesco.
Inoltre ho apprezzato l’evoluzione del personaggio di Gold che finalmente è diventato un brav'uomo (alleluia!!) e il salvatore (dovete guardare la serie per capire).
Egli capisce l'inganno della Fata Nera e la affronta. Lei prova a tentarlo, dicendogli che può mantenere il suo lato oscuro e nello stesso tempo avere l'amore di suo figlio e di Belle ma la magia ha sempre un prezzo e lui non intende più pagarlo. Uccide la fata nera, la battaglia finale ha luogo lo stesso ma sia il bene che il male fanno la cosa giusta e tutti "vissero felici e contenti"! E anche la coppia Belle/Mr.Gold (la mia preferita della serie) ha il suo lieto fine (era ora!). E la settimana stagione? Si svolgerà 10 anni dopo, i protagonisti saranno Henry adulto che scoprirà di avere una figlia proveniente dal mondo delle fiabe, Hook (Colin O’Donoghue), Regina (Lana Parrilla) e Tremotino (Robert Carlyle) mentre gli altri personaggi appariranno come guest star. Sicuramente la guarderò, anche se resto un po' scettica. Intanto la sesta stagione merita un 7,5!💖
VOI GUARDATE LA SERIE? VI PIACE, QUALI PERSONAGGI PREFERITE?

venerdì 20 ottobre 2017

INTERVISTA "UNA ZAMPA SUL CUORE" TRA BEAUTY, GATTI E SERIE TV: TERESA DI http://www.teresagranara.com/ CON PISOLO E FELIX 😽💖

Buon sabato a tutti, oggi nuova intervista per la rubrica "Una zampa sul cuore": vi presento una nuova blogger con cui ho due passioni in comune: i gatti e le serie tv. Lei si chiama Teresa, è una beauty blogger e ha due fratellini pelosi adorabili.
Conosciamola meglio!
PRESENTATI AGLI AMICI DELLA BLOGOSFERA CHE ANCORA NON TI CONOSCONO
Ciao a tutti voi. Sono Teresa, ho 28 anni e scrivo per il mio blog da due anni. Vivo ad Iglesias, una città vicino a Cagliari.
PARLIAMO DEL TUO BLOG, COM'È NATO E COSA TRATTA?
Ho aperto il blog http://www.teresagranara.com/ (SEGUITELO!💖) tre anni fa ma sono solo due che lo seguo con cura. Scrivo prettamente articoli di recensione dei prodotti di bellezza bio e accettabili. Ho deciso di iniziare a scrivere recensioni dopo alcune brutte esperienze con dei prodotti che avevo acquistato in passato. Scrivo con cura, precisione e sincerità tutti gli aspetti positivi e negativi che denoto dei cosmetici da me utilizzati.
QUANDO È NATA LA TUA PASSIONE PER IL BEAUTY?
Mi sono appassionata al mondo del Beauty e del Make-up relativamente tardi, intorno ai 16 anni e mezzo. Prima ero la classica ragazza con la coda (perché non avevo imparato/capito come poter trattare i miei capelli crespi) e senza un filo di trucco. Mia mamma non si trucca quindi le mie esperienze con il make up, precedentemente all'estate della terza superiore, erano relegate a carnevale. Crescendo ho sentito la  necessità, come tutte le adolescenti, di utilizzare il make-up per poter acquisire maggiore autostima. Ecco come mi sono innamorata dei trucchi, un amore che dura 12 anni!
ORA PARLIAMO DI GATTI: NE HAI DUE BELLISSIMI, COME VI SIETE INCONTRATI?
I miei gattoni si chiamano Pisolo ( per gli amici Spritz)😍😍
Felix II ( per gli amici Ciccio) due fratellini: li considero i miei due fratellini pelosi e vivono con me da un anno.
Sono nati il 19 Agosto 2016. Dopo la morte del gatto Buzz, avvenuta per un incidente automobilistico, avevamo deciso di stare un pò a lutto. La nostra idea però è durata un mese, fino al giorno in cui abbiamo ricevuto la foto dei cucciolini che la gatta di un compagno di mio fratello aveva partorito. Tutti cercavano una casa. Inutile dire che è stato amore a prima vista, tant'è che invece di adottarne uno ne abbiamo presi ben due. Una vita senza gatti non è la stessa cosa. W noi gattare!CONCORDO PIENAMENTE CON TE!😽💕 SEI ANCHE UN'APPASSIONATA DI SERIE TV: QUALI SONO LE TUE PREFERITE?
Guardo una marea di serie tv, a decine! Però quelle che in assoluto mi hanno fatto innamorare sono Una mamma per amica, Game of Thrones,
Victoria, Fringe, Grey's Anatomy. Sono abbastanza schizofrenica nella scelta delle serie tv perché spazio da Pretty Little Liars a Narcos, da The vampire Diaries ad American horror Story e I Zombie, The Big Bang Theory.
SEGUITE ANCHE TERESA SU INSTAGRAM
https://www.instagram.com/teresagranara/
E FACEBOOK
https://m.facebook.com/Terexina88/



mercoledì 18 ottobre 2017

LA LEGGENDA DI ROBIN HOOD E RECENSIONE DI "ROBIN HOOD - IL PRINCIPE DEI LADRI"

Quando eravamo piccoli abbiamo tutti pensato che Robin Hood fosse solo ed unicamente la volpe con il completino verde e la coda folta del meraviglioso cartone Disney.
Invece il fuorilegge Robin Hood pare sia esistito realmente: nel poema Piers Plowman (del 1377) del chierico londinese William Langland, un personaggio dice: «Non conosco bene le Preghiere del Signore, ma conosco le ballate di Robin Hood», in un manoscritto del 1410, conservato nella cattedrale di Lincoln, compare la frase: «Robin Hood in Sherwood stood» (Robin Hood stava a Sherwood) ed infine nel 1510 nasce il primo racconto completo tuttora esistente ("Le gesta di Robin Hood"). La storia di Robin Hood si basa sempre sulle gesta di un ribelle che combatte per una giusta causa, rubando ai ricchi per dare ai poveri senza usare alcuna forma di violenza e sostenendo la causa del legittimo sovrano, Riccardo Cuor di Leone, impegnato in Terra Santa, nelle Crociate contro l'usurpatore del trono Giovanni Senzaterra ". Oltre a queste testimonianze, il nome "Robin", è sempre stato molto in voga nel Medioevo, mentre il cognome "Hood" è anche lui molto comune all'epoca ed identificava un antico copricapo ma può anche essere una storpiatura di "Wood" ovvero bosco come la foresta di Sherwood. Nonostante ciò non esiste una verità storica sul personaggio di Robin Hood. Di certo sono esistiti dei banditi di nome Robert Hod, tra cui Robert Hod di Cirencester, un servo che viveva nella tenuta di un abate nel Gloucestershire, il quale depredò una carovana, assassinando un dignitario in viaggio e fuggì nella brughiera assieme ai complici diventando un bandito ai tempi di re Giovanni. Anche la morte di Robin Hood è avvolta nel mistero: sarebbe morto nell’antica canonica di Kirklees e avrebbe scagliato una freccia dalla finestra della sua stanza chiedendo a Little John di seppellirlo nel punto esatto in cui fosse caduta la freccia. A circa 550 metri da quella finestra si trova un’antica tomba e al suo interno un’iscrizione afferma che Robin Hood è lì sepolto dal 21 dicembre 1247 ma nella tomba non ci sono resti umani (e il mistero si fa sempre più fitto). Il mistero su Robin Hood aleggia ancora oggi e le gesta di questo eroe ribelle hanno conquistato naturalmente il cinema, come non ricordare il film "Robin Hood - il principe dei ladri" con Kevin Costner uno dei film di avventura tra i più riusciti degli anni Novanta?
Il film racconta la storia di Robin di Locksley, sopravvissuto alle crociate e in viaggio verso l'Inghilterra in compagnia del fedele Azeem (Morgan Freeman).
Tornato a casa troverà tutte le sue proprietà distrutte e il padre ucciso in un complotto orchestrato dallo sceriffo di Nottingham (Alan Rickman). Dichiarato fuorilegge cercherà riparo nella foresta di Nottingham e diventerà il celebre Robin Hood, l'eroe che ruba ai ricchi per dare ai poveri e s'innamorerà di Marian (Mary Elizabeth Mastrantonio). Tempo fa mia mamma aveva la videocassetta di questo film, io l'ho guardato una sola volta quando ero piccola ma poi ho messo "Robin Hood - Il principe dei ladri" nel dimenticatoio. Finchè non l'ho rivisto recentemente in tv. Abituata ai blockbuster o ai film fiabeschi di oggi pieni di effetti speciali, questa versione di Robin Hood sembra un po' antiquata. Resta però un film sempre gradevole che unisce avventura, azione, humor, romanticismo, toni dark e un po' di violenza (la spaventosa strega Mortianna che ha trasformato i sotterranei del castello di Nottingham nel suo antro e pratica riti di magia nera inquietanti) il tutto sorretto da un cast stellare. Bravissimo Morgan Freeman, nei panni di un guerriero amico di Robin Hood e il cattivissimo Alan Rickman, Kevin Costner è perfetto nei panni di Robin (però come l'hanno pettinato nel film?), mentre Mary Elisabeth Mastrantonio nei panni di Lady Marian non mi ha convinto, preferisco altre Lady Marion cinematografiche.
VOTO 6,5
AMATE IL PERSONAGGIO DI ROBIN HOOD? QUALE VERSIONE CINEMATOGRAFICA SUL CELEBRE EROE PREFERITE?

venerdì 13 ottobre 2017

IL GATTO DELLE SABBIE 😽

Ieri dopo un servizio del telegiornale mi sono innamorata dei Felis margarita!💕 Chi sono? Sono i gatti delle sabbie, felini scoperti dal militare francese Jean-Auguste Margueritte in occasione di una spedizione e dal cognome del loro scopritore è derivato il nome “margarita”.
Non è una razza ottenuta da incroci, è una razza selvatica e non da compagnia (peccato, sono una meraviglia 😍!), di taglia piccola, diffusa nei deserti africani e asiatici. Le loro caratteristiche principali sono la testa piuttosto larga, le orecchie molto distanziate tra loro, la coda lunga e le grandi orecchie appuntite. Questo gatto vive a temperature molto elevate (fino a 52 gradi) e sopporta anche le rigide temperature della notte (- 5) ed è difficilissimo da scovare perché non lascia tracce o resti delle sue prede (gerbilli, serpenti, insetti) che sotterra nelle buche, il suo miagolio ha un tono basso, copre i propri escrementi e la conformazione delle zampe gli consente di non affondare nella sabbia e quindi di lasciare poche tracce. Praticamente questo felino tiene molto alla sua privacy! 😂
Però i ricercatori Grégory Breton e Alexander Sliwa, intorno alle due del mattino, mentre stavano viaggiando lungo il deserto del Sahara, in Marocco, ad certo punto si sono imbattuti in tre cuccioli di gatto delle sabbie: i fari della loro jeep hanno illuminato degli occhi tenerissimi (vedi foto)!
Finalmente dopo quattro anni di attesa (che pazienza hanno questi ricercatori!) i gatti delle sabbie sono usciti allo scoperto!💕 VI PIACCIONO? AVETE VISTO IL SERVIZIO AL TG 5?

mercoledì 11 ottobre 2017

RECENSIONE "RUTH E ALEX: L'AMORE CERCA CASA"

Si può fare un bel film incentrato sulle movimentate trattative per vendere un appartamento a Brooklyn e acquistare un'altra casa, con un viavai di potenziali acquirenti piuttosto pittoreschi, tra cui alcuni che si imbucano per visitare la casa (anzi non per visitarla ma per guardare la tv o sdraiarsi sul letto) anche se non si possono permettere di comprarla? Sì e il film s'intitola "Ruth e Alex: l'amore cerca casa"
anche se secondo me il titolo non é appropriato perché loro una casa ce l'hanno, sono una coppia sposata da oltre 40 anni che ha vissuto sempre nello stesso appartamento nella zona di Brooklyn, che da quartiere periferico è diventato un luogo di moda. Poi però l'età avanza, ci sono diversi piani di scale e non c'è l'ascensore così cercano un appartamento più comodo (io abito al secondo piano di un appartamento ed è già dura portare le borse della spesa e l'acqua senza ascensore e sono giovane!😂). Anzi Ruth cerca un nuovo appartamento mentre Alex è piuttosto nostalgico e ripensa alla gioventù vissuta tra quelle pareti domestiche, quando lui tentava di sfondare come pittore emergente e lei posava per lui come modella. Ripensa al loro matrimonio, quando sposarsi con una persona di colore era legale in meno della metà degli USA e loro hanno sfidato i pregiudizi della gente, a cominciare da quelli della famiglia di Ruth. In mezzo a questi ricordi c'è posto anche per Dorothy la loro adorabile cagnolina di dieci anni che considerano una figlia (Ruth e Alex non hanno potuto avere figli) e ora deve essere operata alla schiena per un 'ernia del disco e non riesce a fare le scale.
"Alex e Ruth: l'amore cerca casa" è un affresco di vita sullo sfondo di una delle più iconiche città del mondo, New York, con protagonisti due grandi star di Hollywood Diane Keaton e Morgan Freeman, coppia perfettamente amalgamata che affronta insieme drammi (la cagnolina non riesce a muovere le zampette posteriori dopo l'intervento ma alla fine riuscirà a camminare e un terrorista minaccia di far esplodere una bomba nel centro della città) e momenti spassosi (il caos degli acquirenti).
L'unica pecca è la nipote agente immobiliare scalmanata che valuta migliaia di offerte per la loro casa affibbiando nomi comici ai compratori, interpretata da Cynthia Nixon (Sex and The City). Per il resto è un film godibile e romantico. VOTO 7


VOLETE IMPARARE A SCRIVERE UN ROMANZO? SHARON DI https://myblogscrittrice.blogspot.com/ CI PROPONE LA SUA GUIDA

Sharon del blog  Vivo per scrivere e leggere ➡ https://myblogscrittrice.blogspot.com/
ha creato una guida dal titolo “ Come scrivere un romanzo e comunicare un  messaggio “ in cui consiglierà e aiuterà a scrivere veramente un romanzo. Se avete delle idee e volete partecipare al progetto che durerà per i prossimi tre mesi ➡
https://myblogscrittrice.blogspot.it/2017/10/come-scrivere-un-romanzo-e-comunicare.html
https://myblogscrittrice.blogspot.it/2017/10/come-scrivere-un-romanzo-e-comunicare_11.html

martedì 10 ottobre 2017

IL MIO SECONDO COMPLIBLOG E NOMINATION AL PREMIO BLOGGER RECOGNITION AWARD

Oggi sono stata nominata per una bellissima iniziativa da https://katsbags.wordpress.com/ e la ringrazio molto.
Ma in cosa consiste questo progetto?
Il Blogger Recognition Award

é un riconoscimento assegnato ai blogger da altri blogger, come il Liebster Award ma non occorre avere un limite di follower (per il Liebster Award sono 200 follower). É un ottima occasione per far conoscere ai propri lettori altri blog interessanti e creare un collegamento tra loro. Come ogni progetto che prevede un riconoscimento il Blogger Recognition Award ha le sue regole
1) Ringraziare il blogger che ti ha nominato ed inserire il link al suo blog
2) Scrivere un post per mostrare il proprio riconoscimento
3) Raccontare la nascita del proprio blog
4) Dare consigli ai nuovi blogger
5) Nominare altri 15 blogger ai quali vuoi passare il segno di riconoscimento
6) Commentare sul blog di chi ti ha nominato e fornirgli il link al tuo articolo (anche sulla pagina FB)

1) Ringrazio Elisa di  https://katsbags.wordpress.com/ che mi ha nominato e vi consiglio assolutamente di visitare il blog dove, come vi avevo anticipato nella rubrica "Una zampa sul cuore" dove Elisa è stata protagonista,  vengono recensiti prodotti handmade, acquisti vintage e kawaii e si parla degli eventi e fiere sui Cosplay.
3) Come è nato Gattaracinefila?
Ero in un periodo della mia vita incerto, avevo da poco finito il liceo e non sapevo che direzione prendere per il futuro e quindi ho pensato di creare un progetto tutto mio: aprire un blog che unisse diverse mie passioni come il cinema, le serie Tv, i gatti, i libri. Il 7 ottobre ho festeggiato il secondo anno di blogging e ora il mio blog è diventato una sorta di diario online dove racconto anche la mia vita ed esperienze personali oltre a collaborare per progetti in cui credo e scrivere recensioni. RINGRAZIO TUTTA LA COMMUNITY DI GATTARACINEFILA, a chi passa spesso da qui lasciandomi un commento, senza di voi il blog non sarebbe diventato una grande famiglia.
4) Un consiglio per le nuove blogger?
Sono solo due anni che sono nella Blogosfera, ma consiglio di aprire un blog non per fare soldi, neanche per necessità di business, marketing ma solo perchè vi piace scrivere. Se poi diventa qualcosa di remunerativo bene, altrimenti il vostro blog rimarrà sempre il vostro rifugio. Siate voi stessi, raccontate di voi, i vostri pensieri e siate originali. Sicuramente in questo modo entrerete in empatia con altri blogger.😊
5) Le mie nomination
Vorrei nominare tutta la blogosfera ma dato che devo scegliere 15 blogger, scelgo coloro con cui interagisco maggiormente 😊: http://kaosammonite.blogspot.com/
http://www.babyredvamp.it/
http://pietrosabaworld.blogspot.it/
http://mikimoz.blogspot.com/
http://lamammadisophia2016.blogspot.it/
http://te-lo-dice-patalice.blogspot.it/
http://unamelaalgustopesce.blogspot.it/
http://lanostrapassionenonmuore.blogspot.com/
http://langolodiariel.blogspot.com/
http://daily-connor.blogspot.it/
http://makeupedint.blogspot.it/
http://afilmadaybysonia.blogspot.it/
https://s-fashion-avenue.blogspot.it/
http://dreamsink92.blogspot.it/
http://thesmelloffriday.blogspot.it/

lunedì 9 ottobre 2017

PRESENTAZIONE DEL LIBRO "COME FARE UN FILM INDIPENDENTE E USCIRNE VIVI - DIARIO DI BORDO DI MODA MIA" DEL REGISTA MARCO POLLINI


Mesi fa avevo scritto in anteprima il libro "Come fare un film indipendente e uscirne vivi - Diario di bordo di Moda mia", scritto dal regista e produttore Marco Pollini, qui il link ➡ http://gattaracinefila.blogspot.it/2017/08/presentazione-in-anteprima-del-libro.html.

Marco Pollini di Ahora film è stato produttore e regista del film “Le Badanti” presentato al Festival di Cannes e presentato in anteprima alla Mostra internazionale d'Arte Cinematografica al Lido di Venezia nel 2014 e distributore di film di successo quali “Conducta” di Ernesto Daranas e “Fiore del deserto” di Shelly Hormman, ed ancora produttore e regista del film “Moda mia”, uscito il 23 Marzo 2016. Proprio da questo film é stato tratto un piccolo saggio semiserio che è uscito in tutte le librerie il 5 ottobre edito da Falsopiano che racconta le vicende della produzione del film, racchiuse in manciate di giorni di riprese vissute dall’autore e la sua troupe, alle prese con budget ridotti, cast indisciplinato, inconvenienti dell'ultimo secondo e un regista donchisciottesco con lo sguardo rivolto al sole della Sardegna.
Si tratta di un libro che non insegnerà né come si realizza un film indipendente, né tantomeno come si fa a sopravvivere allo tzunami che investe la tua vita quando ti imbarchi nella folle avventura di farlo”, citando la prefazione di Pino Ammendola, ma forse porterà i lettori a riflettere che a volte le passioni sono più forti della razionalità e alcune storie meritano di essere raccontate. Il libro contiene inoltre più di 30  foto inedite e cinematografiche del set del film, i backstage, i protagonisti e altri scatti rubati. Il regista ed autore racconta anche il suo incontro con il giovane che è stato la principale ispirazione per il film “Moda mia”, di come questo breve incontro stimoli la sua folle immaginazione e lo spinga a scriverne subito, nonostante i suoi famigliari e colleghi gli avessero consigliato di lasciar perdere. A riprova che se hai una passione e tanta volontà, anche se con fatica, riesci a realizzare i propri sogni come il giovane Giovannino il protagonista di "Moda mia" che diventerà uno stilista di moda a Milano malgrado un padre padrone e l'infanzia vissuta in una realtà difficile in un paesino della Sardegna. Io ho potuto leggere un estratto del libro che mi hanno gentilmente inviato e l'ho trovato molto interessante, se amate la moda, il mondo del cinema, se credete nei sogni e volete fare di tutto per realizzarli non perdetevi "Come fare un film indipendente e uscirne vivi - Diario di bordo di Moda mia".



giovedì 5 ottobre 2017

COLLABORAZIONE CON IL SITO DI https://ww.madmass.it/ ANTEPRIMA DEL FILM "IT"

Il sito web di cinema https://www.madmass.it/ ha scritto in anteprima la recensione del film "It" di Andrès Muschietti tratto dal celebre romanzo horror di Stephen King ➡
https://www.madmass.it/it-film-recensione/
La pellicola ha come protagonisti Bill Skarsgård, nel ruolo del pagliaccio Pennywise/It, e Jaeden Lieberher nei panni di Bill Denbrough. Essa si concentra sugli avvenimenti narrati nelle parti del romanzo ambientate tra il 1957 e il 1958 (fine anni 1980 nella trasposizione cinematografica) e i brividi saranno assicurati. Buona lettura!

mercoledì 4 ottobre 2017

LE SERIE TV CHE GUARDO E CHE GUARDERÒ E FOTO DELLA VISITA SUL SET DI "I MEDICI 2"

Rieccomi sul blog, dopo giorni passati tra colloqui di lavoro e visite sul set della serie Tv "I Medici 2".
Non sono stata presa come comparsa, ma ho visitato il set, fotografando qua e là,
imbattendomi nell'attore protagonista Daniel Sherman 😍
e riuscendo a farmi dare la bottiglietta sponsorizzata della serie.
Ora facciamo il punto della situazioni riguardo le serie Tv che seguo e che seguirò e i libri che leggo!
ONCE UPON A TIME 6
Dove eravamo rimasti alla fine della quinta stagione? Robin è morto e Regina vuole combattere il suo lato oscuro ma fa arrivare a Storybrooke la nostra dark lady che vuole ancora strappare il cuore di Biancaneve e ucciderla. Il ritorno della Regina Cattiva metterà in crisi tutti gli abitanti di Storybrooke e soprattutto di Mary Margareth alias Biancaneve. E Mr.Gold alias Tremotino? Deve ancora risolvere la questione "Belle" che dorme beata da un po' di episodi come la bella addormentata. E non è finita qui, arrivano degli altri nemici che avevamo già incontrato nei penultimi episodi della quinta stagione, Jekyll e Mr. Hyde, arriva anche Jafar e la Fata Nera con la sua Battaglia Finale e il suo Sortilegio. Finora ho visto i primi episodi della sesta stagione e mi hanno annoiato, ci sono sempre le stesse dinamiche Regina che litiga con sua sorella Zelena, Mr.Gold e Belle sempre in crisi... Però voglio dare una chance agli altri episodi, dato che "Once Upon A Time" è sempre stata una delle mie serie Tv preferite!😍
RUSH HOUR (tratta dal film omonimo con Jackie Chan)
una serie crime e commedy ideata da Bill Lawrence (Scrubs, Cougar Town) e Blake McCormick. I protagonisti sono un serio e rigido agente cinese Lee (Jon Foo) arrivato a Los Angeles per vendicare la presunta morte di sua sorella e indagare sul suo legame con un'organizzazione criminale cinese e uno scapestrato e vivace poliziotto afroamericano Carter (Justin Hires) costretto ad affiancarlo. I due non vanno d'accordo anche perchè hanno due culture differenti ma formeranno una grande squadra. Essendo una fan di Jackie Chan temevo che si avvertisse la mancanza del celebre attore cinese, invece anche grazie agli attori e al mix di comicità e azione la serie non delude. Consiglio questa serie a tutti gli appassionati delle arti marziali e del poliziesco.
SIRENE da novembre su RaiUno
Appena ho scoperto l'esistenza di questa serie Tv italiana mi è venuto un colpo. Perché le sirene sono state protagoniste di serie Tv australiane (vedi H2O che da ragazzina seguivo), americane e noi italiani non siamo celebri per creare serie Tv fantasy (la serie Tv "La porta rossa" però mi è piaciuta comunque!😍). Poi essendo una persona curiosa ho cambiato idea, speriamo che non sia una delusione. La trama? Nel mondo marino, i tritoni delegati alla riproduzione sono quasi estinti. Quando l’ultimo esemplare maschio della specie sparisce misteriosamente sulla terraferma, la sua bellissima promessa sposa Yara, insieme alla madre e alle due sorelle, esce dal mare decisa a ritrovarlo e dare un futuro alla propria specie.
Ma non tutto va per il verso giusto, perché le Sirene, dotate di poteri capaci di incantare i terrestri, sbarcano a Napoli e saranno a loro volta inaspettatamente conquistate dagli umani, come la celebre sirenetta Disney Ariel.
L'ISPETTORE COLIANDRO su RaiDue il 13 ottobre
Torna l'impetuoso ispettore Coliandro nato dalla fantasia di Carlo Lucarelli ed interpretato da Giampaolo Morelli.
Le prime stagioni non mi hanno entusiasmato a causa delle scene violente e del linguaggio un po' troppo colorito. Mentre l'ultima stagione, più lieve, mi ha conquistato! Non vedo l'ora di vedere i nuovi episodi!
LIBRI
Sto leggendo "Il Trono di spade"!😍
VOI CHE SERIE STATE GUARDANDO E COSA STATE LEGGENDO? CONOSCETE QUESTE SERIE?

domenica 1 ottobre 2017

ANTEPRIMA DEL FILM HORROR "THE WICKED GIFT" DI ROBERTO D'ANTONA

Oggi vi presento una nuova collaborazione! Questa volta sono stata contatta da Erica Verzotti attrice e produttrice cinematografica per promuovere l'anteprima di "The Wicked Gift" un film italiano (ecco la locandina, fa venire i brividi, ma io mi spavento con poco!😂).
Come sapete il mio blog promuove i film made in Italy e i talenti italiani che operano nel settore cinematografico e quindi non potevo lasciarmi sfuggire questa occasione. "The Wicked Gift" è un horror/thriller psicologico diretto dal giovane regista italiano Roberto D'Antona che uscirà nei cinema il 6 dicembre.
Il film racconta la storia di Ethan (Roberto D'Antona) un giovane designer, timido e piuttosto riservato che da anni è afflitto da insonnia a causa di terribili incubi. Decide di andare in terapia per risolvere il suo problema pensando di avere disturbi della personalità, ma sarà grazie all'aiuto del suo migliore amico e di una Medium (Annamaria Lorusso) che affronterà il lungo viaggio che lo condurrà alla consapevolezza che i suoi incubi nascondono qualcosa di molto più oscuro di quanto potesse immaginare. Dopo il grande successo internazionale della serie TV The Reaping, acquistabile da qualche giorno online in Dvd e BluRay, che ha ottenuto numerosi consensi dalla critica e vittorie nei vari festival di tutto il mondo, D'Antona arriva al cinema con questo  progetto ambizioso, co-prodotto e distribuito da Movie Planet Group un'azienda con uno staff che opera da anni nel mercato cinematografico nazionale. The Wicked Gift" è un horror psicologico intenso e spiazzante, che inquieta, spaventa molto, ma si discosta totalmente dai cliché del cinema italiano del genere, ispirandosi, nella regia e nei temi trattati, all'horror contemporaneo statunitense e australiano aggiungendo anche qualche momento divertente per allentare la tensione. Come la trama apparentemente semplice già preannuncia, The Wicked Gift promette numerosi colpi di scena (non é solo la classica storia di mostri o fantasmi). Infatti si tratta essenzialmente di un thriller psicologico con un cast ben assortito. Ad interpretare i i quattro protagonisti oltre a Roberto D'Antona, c'é Annamaria Lorusso (la medium) attrice, regista e produttrice pugliese molto conosciuta all’interno del panorama indie italiano, Francesco Emulo e Kateryna Korchynska che provengono dai circuiti internazionali indipendenti, come anche Alice Viganò, David White, Mirko D'antona, Andrea Milan, e Michael Segal attore e regista ferrarese guru del cinema indipendente ed horror made in Italy con il quale ho già collaborato sul blog, promuovendo alcuni suoi lavori. Tra insonnia e paura "The Wicked Gift" non vi deluderà!
TRAILER YOUTUBE: https://www.youtube.com/watch?v=yUmT8507a1E
SITO DEL FILM: www.thewickedgift-movie.com
I CANALI SOCIAL DEL FILM: https://m.facebook.com/TheWickedGift/
https://www.instagram.com/thewickedgiftmovie/
https://mobile.twitter.com/thewickedgift

martedì 26 settembre 2017

NUOVA INTERVISTA PER LA RUBRICA "UNA ZAMPA SUL CUORE": @miu_gamer LO YOUTUBER GAMER 🎮 E MIU IL SUO GATTO NERO 😽

Questa intervista per la rubrica "Una zampa sul cuore" è nata in maniera del tutto casuale. Una blogger che seguo ha aperto il suo profilo su Instagram e io l'ho immediatamente seguita. Osservando i suoi  following (le persone che segue), mi sono imbattuta in questa bella foto di profilo
uno youtuber che gira video inerenti ai videogiochi con il suo gatto, questo é il suo canale se volete iscrivervi ➡ https://m.youtube.com/channel/UCT29ekuflqD4uvfJE5nktHg. Ho conosciuto delle ragazze con blog dedicati ai loro amici felini ma mai youtuber e quindi ho voluto approfondire. Mi sono iscritta al suo canale e ora voglio farvi conoscere anche a voi questo youtuber e questo canale dedicato ai Gameplay, ai tutorial e a Miu!😽💕
INIZIAMO A FARTI CONOSCERE NELLA BLOGOSFERA, COME É NATO IL TUO CANALE YOUTUBE?
L' idea del canale è nata circa un anno fa, ma prima di crearlo ho avuto bisogno di ideare un simbolo, un progetto e anche una intro  e per fare tutte queste cose, specialmente la intro (il video di introduzione), ci sono voluti un paio di mesi! Questo é il logo del suo canale, lo trovo veramente bello ed attinente agli argomenti che tratta.
Alla fine il canale è nato intorno a fine marzo. Perché l'ho aperto? Perché io gioco spesso alla PS4 e volevo fare una cosa nuova, proporre il mio gameplay con il mio gatto, in modo da unire due cose che amo.
IL TUO GATTO É BELLISSIMO!😍 COME VI SIETE CONOSCIUTI TU E MIU?
Miu lo ho adottato verso Luglio 2017 quando la sua mamma lo ha partorito e lei girava con i tre cuccioli per le strade vicino al mio giardino. Siccome una vicina di casa mi ha detto che i cuccioli che giravano per queste strade facevano una brutta fine e venivano fatti fuori, ho fatto tutto quello che potevo per salvarli e me ne sono preso uno, quello nero! Anche se sono superstizioso penso che i gatti neri portino fortuna.
MA SICURAMENTE MIU PORTERÀ FORTUNA. E MIU É STATO FORTUNATO A TROVARTI. ORA TORNIAMO A PARLARE DI VIDEOGIOCHI. QUALI SONO I TUOI PREFERITI?
I miei videogiochi preferiti sono tendenzialmente tutti titoli che dietro hanno una trama di livello..per esempio Uncharted4, Batman Arkham Knight, Final Fantasy IX [PS1], Horizon Zero Dawnm.
VOI SIETE APPASSIONATI DI VIDEOGIOCHI?


venerdì 22 settembre 2017

LA MIA AVVENTURA AI CASTING PER IL SEQUEL DELLA FICTION "MASTERS OF FLORENCE - I MEDICI 2"

Ecco come funzionano i casting di una Fiction Rai di grande successo, fra attese interminabili, biglietti scambiati e ragazze accorse da tutta Italia con la speranza di comparire sul piccolo schermo.
LUNEDÌ 4 SETTEMBRE
Quando ami guardare film e ti immedesimi nei personaggi, è probabile che un giorno sogni come sarebbe fantastico comparire in una fiction accanto ai tuoi attori preferiti e magari anche pronunciare qualche battuta. E quando ho letto che a Mantova, nella mia città, stavano cercando delle comparse donne per la fiction in costume "I Medici 2" il sequel sulla nobile famiglia fiorentina, non potevo fare altro che accorrere perché ho seguito la prima stagione e l'ho trovata magnifica!💕

Fino ad allora la mia unica esperienza come comparsa era stata in un film coreano dove nello stesso giorno sono stata scelta e ho girato un paio di scene, qui trovate il resoconto dell'esperienza ➡ http://gattaracinefila.blogspot.it/2015/12/un-giorno-da-comparsa-su-un-set-coreano.html ma messa da parte timidezza, incertezze e mossa da forte curiosità, ho deciso di imbarcarmi in questa esperienza.
Bisogna precisare innanzitutto due cose: la prima è che se vuoi partecipare ad un provino per una fiction Rai ti devi presentare con minimo due ore in anticipo perchè sarà presente tutta Italia al casting. Io sono arrivata alle 9.00 come era stato detto sulla Gazzetta di Mantova e appena ho svoltato l'angolo per raggiungere il teatro dove si svolgevano il casting c'era il delirio per accaparrarsi il numero di fila e sono riuscita a prendere il NUMERO 423!!!!! La seconda è che devi avere una pazienza zen, devi diventare la persona più calma e tranquilla del mondo perché devi passare infinite ore in attesa!
Ma torniamo al casting, dopo aver acchiappato il numero (a dire la verità una gentile signora davanti a me mi ha dato il biglietto perché ero incastrata nella folla) mi sono riposizionata in fila (anzi diciamo nel marasma umano) per prendere i questionari. Che taglia hai? Che numero di scarpe porti? Quanta sei alta? Queste erano solo alcune domande sul questionario. Che abilità hai????? Ecco quest'ultima domanda ha messo nel dubbio molte ragazze, perché dovevi scrivere delle abilità che magari potevano essere sfruttate nella fiction. E che abilità servivano nel Rinascimento? Andare a cavallo? Io non ho mai fatto equitazione... Io ho scritto disegnare (anche se all'epoca le donne non disegnavano, semmai facevano le modelle) e poi che ho fatto teatro e sono stata una comparsa in un film girato a Mantova e infine dovevo aggiungere qualcosa nelle Note e io ho scritto che adoro il cinema, le serie tv e scrivo sul blog (quest'ultima cosa non c'entra una mazza lo so!) Intanto mentre stavo scrivendo appoggiata al muro, alle 10 arriva la notizia che i numeri dal 250 in su venivano provinati nel pomeriggio. Be' almeno avrei pranzato a casa, così sono tornata a casa. Sono ritornata ai casting alle 14 e scopro che sono arrivati solo al numero 160! Ormai arresa, mi siedo seduta per terra e inizio a socializzare con le altre ragazze, l'unico modo per ingannare l'attesa. Alcune provenivano da Verona, Vicenza, Venezia, Treviso, Milano, Salerno!! da mezza Italia insomma, una cosa impressionante, oltretutto in quei giorni stava iniziando il Festival della Letteratura e molte ragazze e donne approfittando di una visita a Mantova, si sono presentate per fare il casting. Intanto le ore passavano e la pazienza stava andando a farsi benedire. Intorno alle 17 ricevo messaggi di mamma, zia, amiche mie, amiche di mia mamma, tutte mi chiedevano se ero stata presa invece ero ancora bloccata là in un attesa che sembrava non finire mai. Alle 19 arrivati al numero 350, ci avvisano che le persone che abitano a Mantova possono tornare a casa e tornare mercoledì mattina alle 8.00 per lasciare la precedenza alle persone che devono tornare a casa con il treno come quelle di Milano. Praticamente ho atteso in invano per cinque ore ma almeno ho fatto una nuova esperienza, conosciuto persone nuove.  Una ragazza di Milano mi chiede di scambiarci il biglietto e io accetto, tanto ormai dovevo tornare mercoledì mattina alle 8 e così fanno altre ragazze che hanno il numero fino al 430. Io domani sarò il numero 534.
MERCOLEDÌ 6 SETTEMBRE
Alle 8 di mattina ho svoltato per la seconda volta l'angolo per raggiungere il teatro dove si svolgevano il casting e c'erano più di 100 persone in fila, tutto sommato molto meglio della mattina precedente. Però degli addetti del casting neanche l'ombra. Dieci minuti dopo è arrivata la direttrice del casting e un quarto d'ora dopo ci annunciano che partiranno dal numero 450 in su. Bene avevo meno di 100 persone davanti. Bene ma non benissimo perché questa volta siamo dovute stare tutte in piedi fuori dai cancelli, ma almeno il casting era veloce, abbastanza veloce (neanche gli addetti del casting si aspettavano un afflusso così importante di gente). Due ore dopo arriva il mio turno. Per prima cosa ci hanno fatto scrivere su un foglio con il pennarello nero indelebile il nome, cognome, il numero telefonico, la taglia, l'altezza e il numero del casting. Poi in fila indiana io e altre ragazze siamo entrate nel teatro. Appena arrivata davanti alla direttrice del casting, lei ha esaminato il mio questionario e ha dato un'occhiata al mio aspetto. Venivano scartate le ragazze che avevano i capelli tinti di un colore improbabile, chi aveva shatush, sfumature varie, meches e sopracciglia troppo sottili o tatuate, dovevi essere il più naturale possibile. Dopo aver ottenuto l'approvazione, ho ringrazio e ho raggiunto la postazione del fotografo, dove ho fatto due fotografie, una esponendo il cartello con i miei dati personali che avevo scritto in precedenza e un'altra foto senza cartello. La conclusione di questa esperienza? Ho passato la prima selezione, ma non mi hanno ancora chiamato come comparsa: prendevano 150 persone fra ragazze, bambini e uomini e di ragazze e mamme con i bambini si sono presentate in tutto 1300 (anche se sono state provinate 800 per motivi di tempo), aggiungiamoci i ragazzi, in totale a fare i casting ci saranno state più di 1500 persone, tantissime, quindi é molto difficile venire scelti. Comunque mi ricorderò sempre di questa meravigliosa, lunghissima e divertente esperienza!😍 VOI AVETE FATTO LE COMPARSE IN UNA FICTION O IN UN FILM?

mercoledì 20 settembre 2017

LA SAGA DI TERMINATOR E RECENSIONE DI "TERMINATOR GENISYS"

"Terminator" è un ciclo di film di fantascienza composto da cinque pellicole, prodotte dal 1984 al 2015. Ma chi sono i Terminator? Sono cyborg ideati dall'intelligenza artificiale Skynet, un supercomputer che, dopo aver preso autocoscienza, ha come obiettivo la distruzione del genere umano.
Nel 1984 viene distribuito il primo film "Terminator" diretto da James Cameron ed interpretato da Linda Hamilton (Sarah Connor) e Michael Biehn (Kyle Reese), i quali vengono inseguiti da un terminator modello T-800/101 interpretato da Arnold Schwarzenegger.
Il terminator torna indietro nel tempo per uccidere Sarah Connor prima che metta al mondo John Connor, leader della resistenza contro le macchine. A sua volta Kyle Reese, soldato della resistenza, viene inviato indietro nel tempo per proteggere Sarah dal terminator. Il film ha un grandissimo successo e consacra la notorietà di Arnold Schwarzenegger attore già noto per aver interpretato "Conan il barbaro". Il sequel è inevitabile così esce nel 1991 "Terminator 2 - Il giorno del giudizio", che vede il ritorno di Schwarzenegger nel ruolo di un T-800/101 catturato dalla resistenza e riprogrammato dal John Connor del futuro, per proteggere la sua controparte del presente, di Linda Hamilton e nuove entrate come Edward Furlong (nel ruolo di John Connor da bambino) e Robert Patrick (nel ruolo del T-1000, un cyborg programmato per uccidere John). Il film contribuisce in modo rivoluzionario allo sviluppo della grafica computerizzata e agli effetti speciali del morphing che permette di combinare i ritratti di due volti. Poi arrivano due film che io non ho visto, nel 2003 esce "Terminator 3 - Le macchine ribelli' non più diretto da James Cameron ma da Jonathan Mostow , sempre con Schwarzenegger e nel 2009 esce il quarto episodio "Terminator Salvation" diretto da McG e ambientato in un futuro post apocalittico in cui gli umani combattono contro le macchine comandate da Skynet. Nel 2015 è la volta di "Terminator Genisys".
Siamo nel futuro, la razza umana sta combattendo una sanguinaria guerra contro l'invincibile computer Skynet che ha convinto le macchine a ribellarsi contro l'umanità e a distruggere le città con robot assassini in grado di scovare e uccidere gli esseri umani scampati al bombardamento. Ma Skynet non ha fatto i conti con John Connor (Jason Clarke) figlio della più celebre Sarah Connor. John Connor guida la resistenza degli umani alla vittoria e dopo anni e anni di lotta Skynet sta per essere sconfitto. Ma Skynet con la macchina del tempo invia all'ultimo minuto un cyborg nel 1984 per uccidere Sarah Connor prima che nasca John. Allora John manda il suo braccio destro Kyle Reeves indietro nel tempo per proteggerla. Kyle Reese si toglie i vestiti e si butta nella macchina del tempo. Ma scoprirà che al posto della cameriera che non conosceva il suo destino, c'è una Sarah Connor consapevole del suo destino, combattiva e tosta accompagnata da un cyborg T-800 stranamente vecchio e reso dagli anni quasi umano che le fa da guardiano dall'età di nove anni e anche da padre (interpretato da Schwarzenegger). Viaggiando nel tempo, Kyle rievoca anche strani ricordi, mai avuti prima, risalenti al 2017. Convince perciò Sarah a recarsi con lui in quell'anno per impedire la messa on line di Genisys, l'App dietro la quale si nasconde la stessa Skynet. Ma i nemici sono dietro l'angolo.
Non avete capito molto dalla trama vero? Anch'io all'inizio non ho capito granché, confusa da questi improvvisi salti temporali anche se avevo visto ed apprezzato i primi due capitoli della saga di Terminator. Poi "Terminator Genisys" ha cominciato a piacermi perchè non fa rimpiangere il passato: questo reboot diretto da Alan Taylor è un mix tra l'origine di Terminator e la saga di Ritorno al futuro, gioca tra le linee temporali rimescolando le carte, citando i momenti cult della saga, aggiungendo tante novità e facendo tornare Arnie per tutti i fan nostalgici della saga. Infatti è sempre presente Arnold Schwarzenegger, sia la versione computerizzata del 1984 sia la versione attuale "Vecchio, non obsoleto" e si cala alla perfezione nel suo iconico ruolo sfoderando battute ironiche e mega sorrisi.
La nuova Sarah Connor è una guerriera senza paura addestrata come un militare, che spara, combatte, guida la moto come Lara Croft. D'altronde è interpretata dalla madre dei draghi di "Games of thrones", alias Emilia Clarke.
Tra viaggi nel tempo complicati, scene d'azione ed effetti speciali il film scorre piacevolmente, non vi annoierete e non è neanche necessario aver visto i film precedenti perché l'origine della storia è tutta concentrata qui, guardare per credere! VOTO 7,5

sabato 16 settembre 2017

RECENSIONE FILM "FALLEN" TRATTO DALLA SAGA LETTERARIA DI LAUREN KATE

Da fan della saga letteraria fantasy-romantica Fallen (composta da 4 libri) scritta da Lauren Kate che ho scoperto quando avevo 15 anni, non vedevo l'ora di guardare la trasposizione cinematografica del primo capitolo.
La storia di "Fallen" è incentrata su Luce" Price, una diciassettenne che apparentemente sembra condurre una vita normale, fino a quando non viene accusata di un crimine che non ha commesso e viene spedita al rigido riformatorio Sword & Cross. Lì Luce si trova a essere corteggiata da due ragazzi Cam e Daniel, ai quali si sente inspiegabilmente legata. Sola e perseguitata da strane visioni, Luce inizia a indagare sul suo passato e scopre che i due giovani sono angeli caduti innamorati di lei da secoli. Luce dovrà far chiarezza nei suoi sentimenti e scegliere se schierarsi dalla parte del bene o del male.
Nel film la trama viene molto semplificata (ovviamente direte voi il libro ha 500 pagine!) e quindi chi non ha letto Fallen potrebbe sentirsi un po' spaesato, soprattutto nel finale (secondo me anche se non viene rappresentato allude alla fine dell'ultimo libro della saga e non all'inizio di Torment). Infatti questo film presenta cenni agli altri romanzi della saga, i miei preferiti sono stati gli echi del passato e i flashback tra Luce e Daniel. Altri pregi sono l'ambientazione, l'ho trovata perfetta, la SwordCross si avvicina molto al libro manca solo il cimitero adiacente (le riprese sono state fatte nel castello di
Tura di nei pressi di Budapest, in Ungheria). Ottimi gli effetti speciali (soprattutto quando Daniel si trasforma in un angelo e rivela delle bellissime e lucenti ali bianche) ed ottimo il cast e gli interpreti principali: Luce interpretata da Addison Timlin è simile al libro ma ha i capelli lunghi e non corti e ricci, Daniel interpretato da Jeremy Irvine rispecchia fedelmente l'angelo biondo e bellissimo mentre Cam (Harrison Gilbertson), no non ci siamo, avrei scelto un altro attore, non basta vestirlo interamente di pelle nera e borchie + capelli lunghi e tatuaggi per trasformarlo nel bad boy del libro, assomiglia più ad un metallaro e non è abbastanza bello.
Altro difetto la durata: un'ora e mezza sono pochi avrebbero potuto allungarlo di un quarto d'ora, spiegare meglio alcuni passaggi, aggiungere dei dialoghi così da non lasciare lo spettatore nel dubbio. Consiglio questo film agli amanti dei libri e dei film Young Adult come Twilight  (non a caso è presente anche qui un triangolo amoroso) e a chi ama le storie d'amore, ma con uno sfondo fantasy. VOTO 6,5
VOI AVETE VISTO IL FILM FALLEN O AVETE LETTO LA SAGA?

mercoledì 13 settembre 2017

COLLABORAZIONE CON LA PAGINA FACEBOOK "CIAK SI GIRA" DI LUCA LAROSA

NUOVA COLLABORAZIONE PER IL BLOG GATTARACINEFILA! Oggi sono stata contattata per una nuova collaborazione da Luca Larosa, appassionato di cinema e gestore di una pagina "Ciak si gira", qui la sua pagina Facebook ➡  https://www.facebook.com/ciaksg/ (se siete appassionati di cinema dovete assolutamente seguirla!) che tratta argomenti, curiosità e recensioni legati al mondo del cinema (questo è il logo della pagina).
Ciaksg condividerà le mie recensioni cinematografiche sulla sua pagina per poter dare più materiale e informazioni possibili riguardo all'ambiente del cinema ai lettori appassionati di film! Quindi non perdetevi le recensioni e seguite la pagina Ciaksg, anche su Instagram ➡ https://www.instagram.com/ciaksgira/!💕

lunedì 11 settembre 2017

PAGELLINA LOOK 74ESIMA MOSTRA DI VENEZIA E IL PREMIO FIPRESCI AL DOCUMENTARIO L'EX LIBRIS - THE NEW YORK PUBLIC LIBRARY

Oggi do i voti ai look che le star hanno sfoggiato alla 74esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, ma intanto voglio nominare il vincitore del Leone d'Oro. Ha vinto "The Shape of Water" di Guillermo del Toro e io non vedo l'ora di vedere questo film poetico e fiabesco! Ora torniamo alla moda:
LA TOP MODEL IN STILE ORIENTALE
Bianca Balti è arrivata sul Red Carpet avvolta in un bell'abito kimono bianco di seta firmato OVS  con ampio spacco e chignon alto sulla testa.
Un look d'ispirazione giapponese che ho apprezzato molto, l'outfit è anche disponibile on line e in limited edition su ovs.it e ovsfashion.com dal 20 settembre, anche nella tonalità nero. VOTO 7,5
LOOK D'ISPIRAZIONE NEO ROMANTICA
Il film The Mother di Darren Aronofsky, in concorso alla 74esima Mostra del Cinema di Venezia, non ha avuto successo ma il look dell'attrice protagonista, Jennifer Lawrence, sì.
Lawrence ha sfoggiato un abito da principessa di Christian Dior audace ma di classe. VOTO 9
Amal Alamuddin é sempre perfetta e anche sul red carpet mano nella mano col marito George Clooney per la prima di "Suburbicon" alla mostra del Cinema di Venezia, non poteva sbagliare look.
Bello l'abito color glicine Atelier Versace (adoro il colore viola e tutte le sue sfumature), i gioielli e i sandali argentati. VOTO 7,5
Molto principesca anche Kirsten Dunst in Rodarte con un meraviglioso abito rosa a pois che scongiura l'effetto Barbie, grazie anche alle labbra rosse e al trucco.
VOTO 8,5
Anche Jane Fonda per il tappetto rosso insieme a Robert Redford ha scelto un lungo abito nude con applicazioni di cristalli e fiori sui toni dell’azzurro di Marchesa.
Perfetto ed adatto alla sua età. VOTO 8
LOOK SEXY
Cristiana Capotondi è arrivata sul red carpet con un sexy e luccicante abito di Miu Miu blu con cristalli,
semplice ma elegante, ma io preferisco abiti più originali. VOTO 6,5
Anche Susan Sarandon in laguna per la vincita del premio Kinèo-diamanti ha scelto un abito sexy realizzato appositamente per lei con spacco e profondo scollo a cuore della collezione Boss.
L'abito con scollatura + spacco è un po' troppo audace per la sua età. VOTO 5
L'ORIGINALE
La giurata Rebecca Hall ha scelto un abito Armani Privè e un orologio tempestato di diamanti.
Quelle applicazioni sull'abito mi ricordano le lucine dell'abete natalizio, ma il taglio dell'abito mi piace. VOTO 6
VELI SU VELI
Julianne Moore si è presenta avvolta in un lungo abito di Valentino ricoperto di frange argentate.
Un look difficile da portare ma lei se lo può permettere! VOTO 7.
LE CASTIGATE
L'attrice italiana Alessandra Mastronardi forse si stava preparando ad immergersi nell'atmosfera rinascimentale della serie Tv "I Medici" che deve girare prossimamente perché si è presentata con una pettinatura che la invecchia e avvolta in un abito couture in satin viola di Alberta Ferretti.
Tutto troppo serioso. VOTO 5
Jasmine Trinca, invece, ha sfoggiato un abito bianco panna a maniche lunghe e un taglio corto e sbarazzino che movimenta il look.
VOTO 6
PAILLETTES E PIUME
Penélope Cruz si è presentata in laguna in un abito Atelier Versace con ampio spacco, ricami sul corpetto
e piume di struzzo sulla gonna. Chiunque sembrerebbe uscito da un film anni 20 stile Grande Gatsby, tranne Penelope. Promossa! VOTO 8
LADY IN RED
Serena Rossi per presentare il film "Ammore e malavita" dei Manetti Bros ha sfoggiato un abito lungo in pizzo macramé rosso e spalle scoperte. VOTO 7,5
Bello! VOTO 7,5
PREMIO FIPRESCI ALLA MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE DI VENEZIA
Ogni anno la FIPRESCI - Federazione Internazionale Stampa Cinematografica - assegna i suoi Premi interni alla Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica di Venezia attraverso una Giuria selezionata che premia i migliori film all’interno delle due sezioni ufficiali del festival cinematografico.
Quest’anno la Federazione Internazionale è lieta di assegnare il Premio Fipresci per il Concorso Ufficiale a EX LIBRIS - THE NEW YORK PUBLIC LIBRARY di Frederick Wiseman, documentario presentato in Concorso alla 74a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica e che ha raccolto il plauso della critica durante il suo passaggio alla kermesse. Il premio è stato assegnato con la seguente motivazione: "Essenziale e tempestivo tributo ai legami intellettuali condivisi dalle nostre comunità per la dedizione nei confronti di un bene cittadino consacrato alla conservazione della cultura e per il suo richiamo alla necessità di rinutrimento costante dello spirito di conoscenza e verità."
Ex Libris del celebre documentarista Frederick Wiseman, che ho presentato sul blog ➡ http://gattaracinefila.blogspot.it/2017/09/ex-libris-new-york-public-library-di.html
è dedicato ad una delle più celebri istituzioni culturali al mondo, luogo di conoscenza e apprendimento con le sue 92 filiali dislocate a Manhattan, risorsa reale per tutti gli abitanti della Grande Mela, città multiforme e cosmopolita. La New York Library è sinonimo di profonda fiducia americana nel diritto individuale di conoscenza e informazione. È una delle istituzioni più democratiche in America in cui tutti sono benvenuti. A ritirare il premio presso l’Hotel Excelsior, per conto del regista Frederick Wiseman, Michele Casade Massari, Advisor della casa di distribuzione I Wonder Pictures che distribuirà prossimamente la pellicola in Italia in collaborazione con Unipol Biografilm Collection.